Menu Principale  

   
<
   
<
   
Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette<
   
food bloggermania<
   

Seguimi su FaceBook!  

   

Linguine alla puttanesca

 cover S

Questo è veramente un piatto semplice e assolutamente veloce da preparare; dal nome intrigante così come il sapore. A me fa pensare subito al mare: tant’è che queste linguine una volta venivano anche chiamate alla marinara.

È un piatto ideale anche da preparare in vacanza, con poche attrezzature a disposizione: e le foto che seguono son state proprio fatte durante una mia vacanza a Kreta, in un delizioso bilocale con una cucina soggiorno decisamente minima.
Non mi cimento sul perché e sul percome di questo nome particolare: esistono molte versioni e molte leggende. Io stesso ho una mia opinione che però racconto raramente.

Ingredienti:

Questa è una ricetta per la quale non mi sento di indicare dosi e quantità: dipendono troppo dal gusto di ognuno di noi.
Io amo il gusto dell’aglio e delle acciughe, altri apprezzano meno questi sapori ma li desiderano comunque, magari in quantità ridotta.
Io personalmente uso mezzo spicchio d’aglio per persona per insaporire la padella e un altro mezzo spicchio, tritato fine, per la salsa. E per le acciughe.. mezza almeno a persona, con un minimo di una. Olive e capperi vanno a piacimento, come per il prezzemolo di cui però, in questo piatto, è bene fare un uso abbondante.

linguine (o spaghettini) a persona

gr

70

acciughe

filetti 1

pomodori freschi (in alternativa pelati)

   

spicchi d'aglio

   

olio EVO

   

prezzemolo

   

pepe (il sale solo se necessario: capperi e acciughe son salati di per sé!)

   

olive nere, snocciolate

   

capperi sotto sale

   

peperoncino (facoltativo)

   

origano (facoltativo, in luogo del prezzemolo o in aggiunta)

   

<

Preparazione:

La preparazione segue a breve! Ed è sempre a modo mio… Ma un’anticipazione al volo la pubblico volentieri!
Per prima cosa dissalare e disliscare le acciughe. Sciacquare i capperi.Tritare metà dell’aglio e mescolarlo a metà del prezzemolo tritato.
Mettere a bollire l’acqua e rosolare in padella l’aglio rimasto schiacciato con la lama del coltello.
Quando l’acqua bolle scottare i pomodori per sbucciarli e poi salare l’acqua e buttare la pasta.

Ora i tempi si fanno stretti! Aggiungere alla padella metà delle acciughe, scioglierle e togliere l’aglio.

Aggiungere i pomodori sbucciati e a pezzetti e quindi le acciughe rimaste, le olive, i capperi e dell’aglio tritato con parte del prezzemolo. Aggiustare di pepe (il sale non dovrebbe essere necessario perché acciughe e capperi, per quanto dissalati, mantengono ancora molto sale. Scolare la pasta e mescolarla in padella con la salsa. Aggiungere il resto del prezzemolo e portare in tavola.

Il successo è provato dal livello del nitore dei piatti lucidati con il pane ad avvenuto esaurimento della pasta…

SUGGERIMENTI:

  • Alcuni preferiscono usare l’origano al posto del prezzemolo. O aggiungere comunque dell’origano.
  • Un’aggiunta di peperoncino, per chi ama il piccante, non sfigura.
  • Esistono delle versioni di questo piatto senza acciughe ma, personalmente, mi san tanto d’eresia!
  • Il trucco per una perfetta riuscita di questo piatto, se di trucchi si vuol proprio parlare, sono i tempi stretti: appena tutti gli ingredienti son preparati per la cottura (l'aglio e il prezzemolo tritati, acciughe e capperi dissalati, acqua sul fuoco...) si dovrebbe buttare la pasta nello stesso momento in cui si comincia a rosolare l'aglio in padella. La pasta sarà molto al dente, pronta a essere saltata, proprio quando tutti gli ingredienti della salsa saranno amalgamati.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

   
   
© ALLROUNDER